Cornice Ben-Essere

Trattamento di rilassamento fisico mentale

Cornice Ben-Essere

 

Seduta di Rilassamento Fisico Mentale

 

Vieni a provare la Cornice Ben-Essere 

 

 

Prenotazione e informazioni:    info@paxmundi.it     cell. Susi  3395329307   Andrea 3480413679

Il Dispositivo Cornice Ben-Essere agisce stimolando il rinforzo del sistema immunitario, la rigenerazione cellulare e la riarmonizzazione di problemi psico-somatici, per il benessere generale della persona.

MODALITÀ, TEMPI E RITMI DI APPLICAZIONE

Distendersi in un luogo tranquillo dentro il Dispositivo. Il Dispositivo deve essere posto verticalmente all’altezza del cuore (vedi figura). È anche possibile porre il Dispositivo sul letto per maggior comodità. Rimanere sdraiati all’interno del Dispositivo per 64 minuti. Nei primi 28 minuti il Dispositivo agisce sulle già menzionate funzioni vitali “grossolane” principalmente legate al sistema endocrino. Per i successivi 4 minuti agisce poi sulle funzioni vitali “sottili”, ossia quelle in fase di trasformazione evolutiva. Per i successivi 32 minuti (giungendo quindi a 64 minuti complessivi), il Dispositivo agisce principalmente portando armonia nelle relazioni psicosomatiche (sfera dell’anima in relazione al corpo fisico).

 

SOSTEGNO AI QUATTRO CORPI DELL’UOMO

Da un punto di vista olistico un uomo è articolato in quattro “corpi” che possiamo immaginare come uno inserito nell’altro:

 

CORPO FISICO

Il corpo fisico è il portatore in noi del processo di mineralizzazione. È quello che tocchiamo e vediamo, di cui abbiamo la percezione fisica, ed è anche quello che è destinato a deperire e morire.

 

CORPO ETERICO

Il corpo eterico, o corpo vitale, è l’insieme dei nostri processi vitali (respirazione, nutrizione, produzione di calore, riproduzione, circolazione, secrezione e escrezione), ossia i processi che mantengono in vita il corpo fisico.

 

ANIMA

Il corpo astrale, o anima, è il corpo delle sensazioni e delle emozioni, dei desideri e delle passioni, il corpo che riceve ed elabora le percezioni giudicandole spiacevoli o piacevoli e spingendoci ad agire di conseguenza, è un corpo di esperienza.

 

IO O COSCIENZA DI SÉ

L’Io, o lo Spirito, è la scintilla divina in noi, la nostra direzione morale, il portatore dei talenti e dei valori profondi, la parte in noi che evolve grazie alle esperienze maturate nell’esistenza terrena attraverso processi di autocoscienza.

 

I CORPI COSTRUTTIVI E QUELLI DEMOLITORI

Dalle indicazioni di Rudolf Steiner nei suoi Corsi di Medicina, apprendiamo che all’interno dei quattro corpi vi sono due corpi (Io ed Eterico) che sono portatori di vita (rispettivamente vita spirituale e vita biologica) e due corpi (astrale e fisico) che sono portatori di processi di opposizione alla vita fino alla morte.Tra tali corpi si instaurano inoltre dei dialoghi di risonanza. In particolare il dialogo tra il corpo fisico (in greco soma) e l’anima (in greco psichè) attiva tutto il mondo della psicosomatica, mentre l’azione sinergica del corpo eterico-vitale e dell’Io determina il formarsi del sistema immunitario. È facile comprendere come sia necessario mantenere in armonia il corpo fisico e l’anima e, contemporaneamente, sostenere con forza l’azione del corpo eterico e dell’Io.

 

LE ALTERAZIONI TRA I QUATTRO CORPI 

  1. a) Carenza nel sistema immunitario (Io e corpo eterico): come conseguenza avremo l’esaltazione della psicosomatica. Le principali cause sono:

Io debole (indecisione, mancanza di valori, ecc.): esposizione a CEM, inquinamento, nanotecnologie, droghe, concezione dogmatica o unilaterale del mondo.

Astrale forte: passionalità, scarso controllo dei moti animici, cibi spazzatura, ecc.

Eterico debole: non rispetto dei ritmi vitali, cibi devitalizzati, droghe, alcool, ecc.

Fisico forte: alimenti con conservanti, alimenti concimati con sostanze chimiche, esposizione a CEM, ecc.

  1. b) eccesso nel sistema immunitario (Io e corpo eterico): il sistema immunitario agisce contro se stesso da ciò le malattie autoimmuni.

Le principali cause sono:

Io disarmonico: l’Io, nella sua organizzazione, non riesce a “presidiare” in modo armonico le funzioni ed i processi relativi ai vari organi.

Astrale debole: carenza di espressioni artistiche nella vita, ambienti chiusi con illuminazione artificiale, ecc.

Il trattamento Cornice Ben-Essere non sostituisce alcun tipo di cura medica, farmaceutica o psicologica tradizionale eventualmente in corso. Il termine “terapia” non è da intendersi a livello medico o psicologico, ma solo ed esclusivamente Energetico Spirituale e dell’Anima.

F.A.Q. Domande e Risposte  Cornice Ben-Essere

A cosa serve il dispositivo?

La Cornice Ben-Essere agisce favorendo il rinforzo del sistema immunitario, la rigenerazione cellulare e la riarmonizzazione di problemi psicosomatici, per il benessere generale della persona.

In che modo agisce?

Tutte le parti del Dispositivo sono state poste in risonanza con le forze, i processi e le azioni terapeutiche di origine cosmica e impregnate ad una temperatura e per un tempo specifici con un prodotto naturale ad altissime diluizioni in risonanza con le forze del Sole (ossia della “porta” della Vita).

I vertici del quadrato agiscono come antenne captatrici di forze igienico-riarmonizzanti. Anch’essi sono trattati come sopra.

Il tutto è stato infine attivato secondo una precisa sequenza e frequenza musicale per completare la risonanza cosmica del Dispositivo.

Come mi devo posizionare?

Ci si distende in un posto tranquillo dentro il Dispositivo. Fare attenzione a porre il Dispositivo verticalmente all’altezza del cuore. È anche possibile distendersi sul letto per maggior comodità. Durante il trattamento è bene mantenere un atteggiamento rilassato e evitare di essere disturbati. Rimanere sdraiati all’interno del Dispositivo per 64 minuti.

Non sento niente durante il trattamento, è normale?

Non ci sono indicazioni particolari a riguardo. Il dispositivo agisce anche se non si percepisce niente.
Può anche capitare che si percepisca il suo lavoro nelle parti del corpo in cui agisce.

Dopo quanto tempo posso ripetere il trattamento?

Normalmente è sufficiente ripetere il trattamento ogni 7 giorni.
In caso di maggiore necessità lasciar trascorrere almeno 4 giorni tra un intervento e il successivo.
In caso di forte necessità si può effettuare un periodo a giorni alterni tra intervento e riposo.
Stabilite le condizioni di riarmonizzazione è sufficiente ripetere il trattamento ogni mese.

Se resto più di 64 minuti dentro il dispositivo ci sono controindicazioni?

No assolutamente.

Se resto meno di 64 minuti dentro il dispositivo cosa succede?

Il dispositivo per agire in modo sufficiente necessita di un tempo minimo di 64 minuti.

posso lubrificare le parti per facilitare il montaggio?

No, ciò ne comprometterebbe la funzionalità.

In caso di necessità posso tenere la braccia fuori dalla Cornice durante il trattamento?

Certamente, la posizione esterna delle braccia non influisce sul trattamento.

Quando sto disteso mi dà fastidio sentire la Cornice sotto la schiena, come posso fare?

Per ammortizzare il contatto con la schiena si può utilizzare un materassino, una coperta o un cuscino, senza pregiudicare l’efficacia del trattamento fino ad uno spessore massimo di 40 cm circa se di materiale naturale, 9-10 cm se di materiale sintetico.

L’utilizzo della Cornice è indicata anche per i bambini?

Non c’è nessuna controindicazione in merito, il dispositivo si autoregola in base al fruitore.

Avendo provato la Cornice su mio figlio è stato difficile farlo star fermo, quali attività posso fargli fare per tenerlo occupato?

Evitiamo di farlo giocare col cellulare per non esporlo direttamente alle onde elettromagnetiche. Molto meglio
leggergli un libro o, se non ci sono alternative, può guardare la televisione sdraiato.

Si può usare la Cornice tenendo in braccio un bambino piccolo o un animale?

Sì, si può fare.

La Cornice crea campi elettromagnetici?

No, non crea campi elettromagnetici che possano interferire elettricamente con altre apparecchiature. Per la salute
delle persone sconsigliamo l’utilizzo di cellulari vicino alla Cornice durante la seduta.

Posso usare la Cornice per trattare una pianta?

Si, sempre per 64 minuti.

Testimonianze Cornice Ben-Essere

1^ ESPERIENZA:
Sono entrato nel Dispositivo che ero molto stanco, mi mancavano forze fisiche. Dopo qualche minuto
che ero
entrato nel dispositivo ho cominciato a sentire un forte calore partire dai piedi (entrambi) e salire lungo le gambe
arrivando fino alle cosce. Poi mi sono addormentato e ho avuto delle immagini. Al risveglio ricordavo tutto quello
che avevo visto nel sonno.
Passati i 64 minuti sono uscito dal Dispositivo e mi sentivo come “rigenerato” nelle forze fisiche.
2^ ESPERIENZA:
Sono entrato nel Dispositivo in quanto mi sentivo stanco e senza forze.
Dopo una decina di minuti mi sono addormentato e ad un c
erto punto nel sonno sentivo un forte dolore al piede
destro. Il piede 20 22 anni prima aveva subito una grossa storta che come conseguenza aveva creato una
calcificazione nella parte superiore. Questo mi portava a sentire dolori ogni qualvolta che il mete o cambiava.
Dopo il forte dolore al piede (che non mi ha svegliato) ho avuto delle immagini collegate alla prima seduta.
Passati i 64 minuti sono uscito dal dispositivo e anche stavolta ricordavo le immagini viste durante il sonno e anche
il forte dolore a l piede. Ma non capivo cosa era successo al piede. Dopo qualche giorno mi sono reso conto che il
piede non mi faceva più male ogni volta che il meteo cambiava. Mi sono così toccato il piede rendendomi conto che
la calcificazione era fortemente diminuita.

Franco

Trattamenti ogni 4 giorni

Prima seduta.
Nessun particolare miglioramento con l’artrite; un po’ meglio i talloni, che erano stati massaggiati anche con l’artiglio del Diavolo potenziato. Ho preso anche le gocce del preparato. Non ho avuto delle percezioni musicali, però a 21 minuti ho cominciato a sentire un intenso calore (veramente molto forte) a partire dalla schiena, all’altezza del plesso solare, che si è irradiato piuttosto rapidamente per tutto il corpo ed è perdurato per una decina di minuti circa; assolutamente non fastidioso, anzi. Poi la notte, nonostante il caldo terribile, ho dormito molto bene.

Seconda seduta.
Ho avuto di nuovo la sensazione di calore radiante dal plesso solare, però questa volta al 28esimo minuto (con una durata sempre di circa 10 minuti). Dopo, fino alla fine della seduta, avevo un intenso “nervoso” muscolare (necessità di stiracchiarsi o muoversi). Mi ha dato beneficio pensare e visualizzare la struttura originale con le due piramidi accostate, come se mi portasse un maggior sostegno.

Terza seduta.
La sensazione di calore radiante è iniziata da subito ed è durata più a lungo (una ventina di minuti) e poi si è affievolita e fino alla fine del trattamento non ho avuto altre sensazioni. Il giorno dopo la 3a seduta mi sono comparse delle bolle rosse a partire dalla nuca e poi sul collo, spalle e braccia; senza troppi dubbi ho dedotto che si trattava di herpes zoster. In ogni caso è interessante perché è come se si fosse attivato/manifestato qualcosa che da tempo doveva uscirmi; curioso anche il fatto dei 21 e 28 minuti (come se fossero delle porte). La qualità del calore radiante era simile a quella che ora ho presente come sintomo nella zona delle infiammazioni, anche se in maniera più ridotta. Il dolore alle articolazioni, da quando sono comparse le bolle, è diminuito e al mignolo della mano è addirittura scomparso.

Quarta seduta.
Nessuna sensazione di calore. Senso generale di benessere. L’herpes sta migliorando e recedendo. Miglioramento generale alle articolazioni delle ginocchia e della anche; un po’ meglio anche i talloni. Mani sempre dure.

Quinta seduta.
Nessuna sensazione particolare … un senso generale di calore e di leggero nervosismo muscolare.
Herpes: restano i segni, ma ormai e in completa remissione. Miglioramento sostanziale alle ginocchia e in generale a
tutte le articolazioni.

Sesta seduta.
Come la precedente… soltanto una maggiore sensazione di nervosismo muscolare (superficiale).
Situazione articolazioni stabile (nessun miglioramento o peggioramento).

Settima seduta.
Come la precedente… sempre nervosismo muscolare. Piccolo miglioramento generale alle
articolazioni, soprattutto alle ginocchia.

S.B.

Durante la seduta con la Cornice Ben- essere ho avvertito una sensazione di calore che dai piedi si è diffusa in tutto il
corpo concentrandosi in alcuni punti, principalmente nelle ginocchia e nell’addome. In un secondo momento ho
avvertito una sensazione di maggior vigoria. Il giorno seguente mi sono accorto che un’escrescenza ossea di circa 0,5
cm, in crescita già da alcuni anni sulla nocca del mignolo sn, non c’era più.

T.M.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore. Jet lag.
Evacuazione intestinale: costante e adeguata durante i tre giorni successivi alla seduta. Urinazione frequente, approssimativamente cinque o sei volte durante la notte.

Sonno regolare, ma stanchezza durante il giorno. Una buona disintossicazione dopo due mesi di viaggio… Questo pomeriggio sento una gran armonia nel mio corpo: si è regolarizzata la diuresi e la defecazione.

Mi sento leggera!!!Vedremo più avanti gli effetti dal punto di vista animico e spirituale.

R.L.

Tre trattamenti. Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Poche le percezioni corporee, a parte un forte formicolio alle mani. I pensieri oppressivi che mi porto appresso, sono diventati più fluidi.

Ho pregato, con parole mie, ripetendo un mantra. Verso la fine del tempo mi sono sentito pervadere da una forte sensazione di gentilezza: percepisco il cambiamento e tutto intorno a me si realizza.

Mi sento leggera!!!Vedremo più avanti gli effetti dal punto di vista animico e spirituale.

L. B.

Post intervento di isterectomia (data intervento: 16 0ttobre 2018)
Cadenza delle sedute: 1 novembre 2018 primo trattamento; 8 novembre secondo trattamento. Trattamenti successivi: il 9, 10, 11, 12 e 14 novembre. Totale 7 trattamenti. Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.

Primo trattamento percepisce un forte calore su schiena e torace. È accompagnata da una nota, nel viaggio/sogno consapevole, in cui è immersa. Seguono ondate fredde, ghiacciate, su tutto il corpo e percepisce accanto a sé i delfini.
Post trattamento si sente più forte, concentrata, nel corpo e serena nel pensiero.

Secondo trattamento, sensazioni corporee, agitazione emozionale, indice mano dx in vibrazione, poi è arrivato il rilassamento. Dopo un tempo imprecisato, sono arrivate sensazioni di freddo con brividi, partendo dalla testa fino ai piedi. Praticamente al 64 minuto, si spegne la musica, sincronica con il suono del timer.

Terzo trattamento, non ha dormito durante il trattamento e sono arrivate parecchie idee (come uno scrittore che apre la vena creativa), e ha scritto tantissimo. Il corpo è molto sveglio e attivo.

Altri trattamenti, fatti in orario notturno, ha dormito subito e si è svegliata al suono della sveglia al 64 minuto.

Note: nel frattempo si sono sciolti i punti (dovevano sciogliersi comunque) ma si sono sciolti con molta facilità.

Le cicatrici esterne sono ben chiuse e asciutte (prive di rossore).

C.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
P. in seguito ad una caduta dal balcone di casa, lo scorso anno ha perso la capacità di intendere e di volere e l’uso della parte sn del corpo. Ha manifestazioni nervose e urla spesso durante il giorno e la notte.
Subito, ad inizio trattamento, è calmo e sereno. Dice di percepire la lingua e ride di questa sensazione (non la percepiva più dal post incidente). Dice, con molta consapevolezza, di sentire la bocca e muove la lingua, massaggiandola.
Poi, ha steso braccio e la mano sn, spastica, con molta consapevolezza. Ride e chiede se abbiamo visto che il suo braccio e la mano sono stesi.
Durante tutto il tempo del trattamento è stato consapevole del suo pensiero e del corpo.
La moglie ringrazia con cuore, per l’esperienza.
NOTA: P. nei giorni seguenti il primo e unico trattamento è abbastanza stabile, tranne alcuni episodi incredibili tre giorni dopo: ha guardato la TV con la moglie (di solito va a letto presto), e riusciva a ridere e capire ciò che succedeva.

P. M.

Due trattamenti – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Durante il trattamento si percepisce accanto a sorgenti d’acqua, su terra nera. Ha visto la morte ma non ne ha avuto paura (trattasi di persona anziana). Utilizza il Reiki su di sé, ma da almeno 6 mesi non riesce a concentrarsi. Il corpo, mandando sensazioni di contrattura sui reni, è lei percepisce due mani appoggiate a scaldare la zona. Oggi, a distanza di 10 gg dal trattamento, O. si sente in piena consapevolezza, è sveglia e attiva, in corpo e pensiero.

O. T.

Due trattamenti – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Durante il trattamento percepisce un calore diffuso al centro del petto e formicolio alle estremità, mani e piedi.

S. non ha particolari problemi, dopo i trattamenti, è al terzo, sente più forza fisica e il pensiero consapevole. Si sente più dinamica e ben disposta al fluire della vita.

S. M.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.

Durante il trattamento percepisce il corpo come un guscio (S. è sovrappeso), poi il guscio si ammorbidisce e diventa liquido. La sensazione di ben-essere la pervade. Oggi, dopo due trattamenti, ha perso peso spontaneamente ed è molto vitale ed energetica. Felice.

S. C.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Durante il trattamento percepisce una grande apertura del cuore, bocca e lingua “frizzanti nel movimento” dettato dal cambio di energia. Post trattamento: dorme tutta la notte, è si sveglia ben riposato. Si sente molto vitale.

A.

Due trattamenti – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Dopo la cabina di ieri e il riposo durante il trattamento, a differenza dell’altra volta, ho sentito un benessere profondo, ho fatto dei sogni molto vivi, compreso un incontro con mia mamma e mia sorella, nel quale le sgridavo perché non si decidevano a dare una risposta a M. è come se il subconscio si sia attivato per risolvere i problemi quotidiani, ma anche mi sento fisicamente molto riposata e grata al creato per essere qui ed ora.

A.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore. Problemi alla schiena.
Non è tanto, ma quel che ho notato lo scrivo. Tutto il tempo dall’inizio alla fine era presente un suono circolantepulsante.
Sdraiata non sentivo il dolore alla schiena come lo sento di solito. Ero come un po’ alzata, un po’ fuori dal corpo. Come quando mi sveglio di mattina e sono ancora un po’ fuori. Nel pensiero ringraziavo tutti gli esseri che stavano lavorando per questo, e ogni volta che facevo questo pensiero la luce intorno diventava arancione e calda. Per qualche secondo mi sono “addormentata” e al risveglio ho visto il quadro di Anna e Maria assieme ai due fanciulli:
(Batista e Gesù, o i Due Gesù). Per la schiena, adesso non vedo ancora tanta differenza, sarà un processo in atto.

I.

Un trattamento – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
Ho provato il dispositivo (Cornice Ben-essere), a metà circa dei 64 minuti mi sono addormentata, non ho percepito niente di particolare finché ero sotto, solo tanta tranquillità, non ho patologie particolari, la domenica successiva ho avuto tanto sonno…vedremo nelle prossime sedute.

R.

Due trattamenti – Tempo di esposizione 64′, posizione altezza del cuore.
“Torno stanca e mi sdraio a occhi chiusi nella Cornice Ben-Essere.
Con gli “occhi interni” vedo entrare nella finestra una forma come di nuvola in movimento che forma il viso di mia madre defunta e poi svanisce. In seguito a dx entra un’altra forma ondeggiante con contorno molto luminoso come incandescente.
Verso lo scadere dei minuti sento una leggera pressione sul cuore.
Il giorno seguente durante la meditazione mi sorge un’intuizione che chiarisce il rapporto con mia madre.
Ritorno nel dispositivo dopo quattro giorni e mi provoca un piacevole stato d’animo come ricevessi un abbraccio.
A distanza di un minuto, prima lo stomaco si rilassa liberando gas, in seguito due forti fitte in due zone che mi danno problemi orecchio sn e spina calcaneare dx. Mi addormento”.

A.

Ho fatto molti trattamenti con cadenza settimanale con la Cornice Ben-Essere.
La prima volta è stata molto impattante, dopo circa 50 minuti ho sentito un forte calore all’apparato intestinale e ho avuto delle forti sensazioni di contrazione, appena trascorsi i 64 minuti ho avuto la necessità di svuotare l’intestino e gli odori che ho sentito nell’espellere le feci erano identici a quelli (non si possono dimenticare) di quando ho fatto cure chemioterapiche per curare un cancro.
Ho compreso di aver espulso, a distanza di quasi vent’anni, dei residui di trattamenti chemioterapici.
Nelle sedute successive, a volte, tale dinamica si è ripetuta con cadenza alternata.
Poiché viaggio molto (qualche volta anche all’estero) l’uso della Cornice Ben-Essere molte volte mi ha aiutato a recuperare forze, vigore e serenità dopo lunghi viaggi o particolari periodi di stress intenso.
Sono molto grato per quanto ho provato e provo nell’usare il dispositivo.

D.

Share This