468

Amatissimo Popolo di Dio:

VI BENEDICO NEL NOME DELLA TRINITÀ SACROSANTA
E DELLA NOSTRA REGINA E MADRE.

Vengo a chiamarvi alla conversione urgente per amore alla Trinità Sacrosanta e alla Nostra e vostra Regina e
Madre, desiderando la Salvezza Eterna e non la perdizione dell’anima nel fuoco eterno.

RIMANGO CON LA MIA SPADA ALZATA IN DIFESA DEL POPOLO FEDELE, MA NON IRROMPO NELLA
VOLONTÀ UMANA. Provo compassione per chi non vuole essere difeso e non si sforza di cambiare il suo modo
di vivere, di comportarsi e di agire.

VENGO A CHIAMARVI ALLA MISSIONE CHE, PER VOLONTÀ DIVINA, È STATA ASSEGNATA A
CIASCUNO DI VOI.

Continuate a rimanere fedeli alla Divina Volontà, nel luogo in cui siete stati posti. Ritrovate in voi la Volontà Divina
per il bene della vostra anima e per dare aiuto ai vostri fratelli.
L’orgoglio e la superbia umana fanno parte dell’ego degli esseri umani e per non trovarvi a lottare contro voi
stessi, è una parte che dovete cambiare, perché siate aiutati e facilitati sul vostro cammino.
Dovete mantenervi nell’assetata ricerca dell’Amore Divino e contraccambiarlo per quello che vi offre in ogni
momento.

Dovete trovare la Pace che solo le anime che sono veramente sul cammino della conversione assaporano;
educate il pensiero e dominate la mente cosicché possiate enfatizzare queste qualità e possiate essere a
somiglianza della Nostra Regina e Madre.
Quante lamentele si sentono dalle fiamme dell’inferno da parte di coloro che assistettero alla Santa Messa
quotidianamente, ma commisero sacrilegi perché si comunicarono in stato di peccato!
Quanti che hanno trascorso il tempo ad essere giudici dei loro fratelli, gemono ora nell’inferno a causa del
predominio della superbia e dell’invidia, che li ha avvelenati dentro!

FATE ATTENZIONE POPOLO DI DIO A COME VI COMPORTATE E A COME AGITE…!
GUARDATEVI DAI FARISEI!

Grandi eventi continuano ad accadere in questo momento in cui l’umanità sta vivendo nella Tribolazione. L’uomo
si è separato dalla Trinità Sacrosanta e dalla Nostra Regina e Madre: non ama, non perdona.

È DESIDERIO DEL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO CHE
VENGA OFFERTO UN TRIDUO MONDIALE ALLA NOSTRA E
VOSTRA MADRE, LA MADONNA DI GUADALUPE E CHE IL
12 DICEMBRE VI CONSACRIATE A LEI, CONSACRANDO
INOLTRE IN MODO SPECIALE IL POPOLO MESSICANO,
CHE È STATO CONSEGNATO A SATANA DA ALCUNI
DEI SUOI CAPI DI STATO.

È di grande importanza che l’umanità si unisca affinché, davanti alla preghiera dei figli di Dio debitamente
preparati spiritualmente, questo popolo amato sia liberato dall’oppressione del Demonio.
Popolo amato e protetto da Nostra e da vostra Madre di Guadalupe: (*)

TENETE PRESENTE CHE DOVE APPARE LA NOSTRA REGINA E MADRE, IL DIAVOLO OPPRIME CON
FORZA. POPOLO MESSICANO LA NOSTRA REGINA E MADRE VI AMA E VI BENEDICE.

La rappresentazione della Madonna di Guadalupe ha impresse le stelle che illuminano la Volta del Cielo e parla
alle persone affinché si preparino all’arrivo di un corpo celeste che manterrà con il fiato sospeso l’umanità
intera (2).

QUESTO È UN TITOLO CHE PARLA, CANTA E MOSTRA L’ANGELO DI PACE (3) CHE ARRIVERÀ
SULLA TERRA AD AUSILIARE IL POPOLO FEDELE NEI MOMENTI DELL’ATROCE PERSECUZIONE.

Pregate Popolo di Dio, pregate. A causa dell’influenza del sole e di corpi celesti che si stanno
avvicinando alla terra, gran parte delle faglie tettoniche si sono attivate e con grande frastuono faranno
affiorare vulcani sottomarini.
Pregate Popolo di Dio, pregate e offrite. La Spagna si agiterà e patirà, il suo suolo tremerà. La Francia
verrà scossa fortemente. L’Olanda piangerà di fronte al terremoto.
Pregate Popolo di Dio, pregate per Porto Rico, piangerà e patirà, tremerà con forza.
Pregate Popolo di Dio, pregate per il Nicaragua, per il Costa Rica, per il Guatemala: la terra tremerà
fortemente.
L’uomo ha depositato sulla terra il male che commette e la terra si è già svegliata, aprendo il passo al patire
dell’umanità.

Preparatevi, non trascurate la Mia Parola…
Preparatevi spiritualmente e non dimenticate il cibo che la Nostra Regina e Madre vi ha dato per sostenervi nelle
carestie, senza dimenticare gli alimenti che potete conservare, pur sapendo che il Cielo assisterà chi è fedele.

NON TEMETE, LA PAURA IMMOBILIZZA LE PERSONE.
MANTENETE LA FEDE IN OGNI MOMENTO.
L’AUSILIO DIVINO SI PALESERÀ.

Come Principe delle Milizie Celesti Io vi difendo e vi benedico.

CHI È COME DIO?
NESSUNO È COME DIO!
San Michele Arcangelo

AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO

(1) Rivelazioni su comete, asteroidi e meteoriti, leggere…
(2) Rivelazioni sull’Angelo di Pace, leggere…
(*) Il messaggio profetico di Guadalupe, leggere…

COMMENTO DI LUZ DE MARIA
Fratelli:

Questa è una lezione per diventare un vero figlio di Dio.
Una lezione di unità e di fraternità che ci viene data da San Michele Arcangelo con il mandato di nostro Signore
Gesù Cristo, che ci chiedono un Triduo previo al 12 dicembre, Festa della Madonna di Guadalupe, affinché tutta
l’umanità unita si consacri a Lei, che nel Suo Manto ci mostra il Firmamento e il Suo Angelo di Pace.
Unità e fraternità, tutti assieme cosicché i nostri fratelli del popolo messicano vengano liberati dalle legature
diaboliche che alcuni dei loro governanti hanno imposto su di loro, in quanto hanno offerto questo popolo al
demonio.
Queste sono le strategie del male che lotta contro la nostra Regina e Madre e contro tutta l’umanità, perché
anche moltissimi altri paesi sono sotto il controllo del male.
Agiamo in fraternità ed in unità, con amore, aiutandoci a vicenda.

Amen.

CONSACRAZIONE
È DESIDERIO DEL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO CHE
VENGA OFFERTO UN TRIDUO MONDIALE ALLA NOSTRA E
VOSTRA MADRE, LA MADONNA DI GUADALUPE E CHE IL
12 DICEMBRE VI CONSACRIATE A LEI, CONSACRANDO
INOLTRE IN MODO SPECIALE IL POPOLO MESSICANO,
CHE È STATO CONSEGNATO A SATANA DA ALCUNI
DEI SUOI CAPI DI STATO.
SAN MICHELE ARCANGELO, 05.12.2020
TRIDUO ALLA MADONNA DI GUADALUPE

Festa: 12 dicembre

PRIMO GIORNO (9 dicembre)

Oh, Santissima Signora di Guadalupe! Quella corona con la quale cingi il Tuo Sacro Capo, dichiara che Sei
padrona dell’universo. Lo Sei, Signora, perché come Figlia, come Madre e come Sposa dell’Altissimo Hai un
assoluto Potere e un giusto diritto su tutte le creature.
Siccome così stanno le cose, anch’io sono tuo: anch’io appartengo a Te con i Tuoi mille Titoli e in questa
occasione mi dono a Te, sotto un altro dei Tuoi titoli, quello di Regina d’America, con il Nome di Nostra Signora
e Madre di Guadalupe.
Vedi dunque che, prostrato qui davanti al trono della Tua maestà, Ti scelgo per Mia Regina e Mia Signora e per
questo motivo voglio raddoppiare il dominio che Hai su di me, voglio dipendere da Te e voglio che i disegni che
Ha su di me la Divina Provvidenza passino per le Tue Mani.
Disponi di me come più Ti aggrada; voglio che tutti gli eventi e le vicissitudini della mia vita, avvengano per mezzo
Tuo e grazie alla Tua benevolenza, confido che saranno volti al bene della mia anima e a Onore e Gloria di quel
Signore che tanto si compiace che tutti Ti riconoscano come Sua Regina.
Che cosa posso pensare nel vederti vicino ai raggi del sole, se non che Sei così intimamente legata al Sole della
Divinità? In Te c’è quella Luce, la Luce di Grazia e Santità.
Che cosa posso pensare, se non che Sei immersa nel mare delle Divine perfezioni ed attributi e che Dio ti ha
sempre nel Suo Cuore? Signora, che una così eccelsa felicità sia per il bene.
Io, nel frattempo, rapito dalla gioia che hai suscitato in me, mi presento davanti al Trono della Tua Sovranità,
supplicandoti di inviare al mio cuore uno dei Tuoi raggi ardenti: illumina con la Tua luce la mia mente, accendi
con la Tua luce la mia volontà.

Fai in modo che io sia possa persuadermi che mi sto illudendo miseramente quando amo qualcosa che non sia
il mio Dio e quando non amo Te, per Gesù.
Quanto bene sappiamo che sei la nostra Avvocata davanti al tribunale di Dio, perché quelle bellissime Mani che
non smettono mai di beneficiarci, le unisci sul petto nell’atteggiamento di chi supplica e prega, facendoci così
vedere che dal Trono della Gloria, dove siedi come Regina degli Angeli e degli uomini, svolgi anche il ruolo di
avvocata, pregando ed ottenendo in nostro favore.
Con quali sentimenti di riconoscenza e di gratitudine potrò mai ripagare tanta delicatezza?
Siccome nel mio cuore non ho risorse sufficienti per farlo, ricorro a Te perché Tu mi arricchisca con i doni preziosi
di una carità ardente e fervente, di un’umiltà profonda e di una pronta obbedienza al Signore.
Moltiplica le Tue suppliche, moltiplica le Tue invocazioni e non smettere di chiedere all’Onnipotente di farmi Suo
e che per il felice successo della Tua intercessione, mi conceda di venire a renderti grazie nella Gloria.

Amen.

NOSTRA SIGNORA DI GUADALUPE:
PREGA PER NOI (3 volte)

SECONDO GIORNO (10 dicembre)

Oh, Santissima Maria di Guadalupe! Se un angelo del cielo ha il grande onore di stare ai Tuoi piedi e a prova
della sua gioia apre le braccia e stende le ali per formare un tetto alla Tua Maestà, che cosa devo fare io per
manifestare la mia venerazione per la Tua persona, se non offrirti il mio cuore e la mia anima affinché
santificandola con i piani divini, diventi un trono degno della Tua Sovranità?
Degnati, Signora, di accettare questo dono: non disprezzarlo come indegno, perché il merito che gli manca a
causa della mia miseria e povertà, lo ricompenserò con la buona volontà e con i buoni propositi.
Vieni a ispezionare il mio cuore e vedrai che non lo muovono altre ali se non quelle del desiderio di essere Tuo
e il timore di offendere il Tuo Figlio Divino. Forma il Tuo Trono nel mio cuore e così non si corromperà degradando
nella colpa e non diventerà schiavo del demonio. Fa che in esso non vivano che Gesù e Maria.
Benedetta la mano di quel Dio che seppe unire in Te così tanta bellezza con una purezza tanto eccelsa e con lo
sfoggio luminoso e ricco di una dolcissima umiltà.
Quale altro vestito spetterebbe a chi È come il Cielo per la Sua bellezza, se non uno tutto fatto di stelle? Con che
cosa potrebbe adornarsi una bellezza tutta celeste, se non con il brillio di virtù così elevate e splendenti come le
Tue?
Io, Signora, resto assorto in una bellezza tanto amabile e vorrei che i miei occhi fossero sempre puntati su di Te,
cosicché il mio cuore non si lasci trascinare in altri affetti, ma solo nel Tuo amore.
Come gli splendenti astri con i quali Sei adornata, infondi in me un’ardente e fervente carità, per amare con tutto
il mio cuore e con tutte le mie forze il mio Dio e, dopo Dio, Te quale unico Essere degno di essere amato da tutti.
Come si addice bene alla Tua sovranità la luna che fa da tappeto ai Tuoi Sacri Piedi!
Tu hai infranto le vanità del mondo, mantenendoti superiore a tutto il creato e non Hai mai patito il declino della
benché minima imperfezione: prima del Tuo primo istante Tu fosti ripiena di Grazia.
Me miserabile, o Signora, che non so mantenere i propositi che faccio, che non ho stabilità nella virtù e sono
costante solo nelle mie cattive abitudini. Commiserami, Madre amorevole e tenera, e siccome nella mia
incostanza sono come la Luna, che io sia anche come la Luna che sta sotto ai Tuoi Piedi, vale a dire sempre
saldo nella Tua devozione e nel Tuo amore, per non patire la fase calante della colpa.
Fa che io sia sempre con Te per amore e per devozione e allora non temerò più di languire nel peccato, ma
cercherò di darmi appieno ai miei doveri, detestando di cuore tutto ciò che reca offesa a Dio.
Amen.

NOSTRA SIGNORA DI GUADALUPE:
PREGA PER NOI (3 volte)

TERZO GIORNO (11 dicembre)

Oh, Santissima Vergine di Guadalupe! Vedo in questo bellissimo ritratto qualcosa che mi porta a conoscere le
alte perfezioni con le quali il Signore Ha dotato la Tua Anima Innocentissima.
Questa tela grossolana e spregevole, un povero ma felice ayate* su cui si vede stampata la Tua singolare
bellezza, fanno conoscere chiaramente la profonda umiltà che servì da base e fondamento alla Tua stupefacente
Santità.
Non hai disdegnato di prendere la tilma* del povero Juan Diego, perché su di essa fosse impresso il Tuo Volto,
che È incanto per gli angeli, incantesimo per gli uomini e suscita l’ammirazione di tutto l’universo.
Quindi, perché io non dovrei aspettarmi dalla Tua benignità che la povertà e la miseria della mia anima non siano
d’intralcio affinché Tu vi imprima la Tua bellissima immagine?
Io te lo chiedo, Signora, e a questo scopo ti offro la tela del mio cuore.
Prendilo, Signora nelle Tue Mani e non lasciarlo mai, perché il mio desiderio è che non faccia altro che amarti e
amare Dio.
Quanto misteriosa e saggia fu la Mano dell’Artefice Supremo quando ha ricamato il Tuo vestito con quel bordo
d’oro finissimo, che funge da guarnizione. Egli alludeva senza dubbio a quel finissimo oro della carità e dell’amore
di Dio, con i quali tutte le Tue Opere sono state arricchite.
Accogli nel Tuo cuore pietoso chi è tanto miserabile, stringi la mano a chi è caduto e Ti invoca per potersi rialzare;
procurati la gloria di aver trovato in me una miseria adatta più di ogni altra, alla Tua compassione e misericordia.
Che cosa sarà mai impossibile al Tuo potere se, moltiplicando i prodigi, né la grossolanità e la semplicità
dell’Ayate* sono stati da impedimento nel formare un TUO RITRATTO di squisita fattura, che nemmeno la
voracità del tempo è riuscita a cancellare dopo quasi cinque secoli e neanche l’attentato del 1921 è stato capace
di distruggere?
Questo è un forte motivo che incoraggia la mia fiducia, che mi spinge a propagarti e a supplicarti, e Tu, aprendo
il Tuo cuore e ricordando l’ampio potere che Ti ha dato l’Onnipotenza del Signore per favorire i mortali, degnati
di imprimere nella mia anima l’immagine dell’Altissimo che Ha cancellato le mie colpe!
Non prendere in considerazione la mia indegnità, ma degnati solo di guardarmi, perché la mia unica speranza,
dopo Gesù, sei Tu Sacra Vergine Maria.

Amen.

PREGHIERA DI CONSACRAZIONE
ALLA MADONNA DI GUADALUPE
(12 dicembre)

Oh, Vergine Immacolata, Madre del vero Dio e Madre della Chiesa!
Tu, che da questo luogo manifesti la Tua clemenza e la Tua compassione verso tutti coloro che chiedono la Tua
protezione, ascolta la preghiera che con filiale fiducia Ti rivolgiamo e presentala davanti al Tuo Figlio Gesù, unico
nostro Redentore.
Madre di Misericordia, Maestra del sacrificio nascosto e silenzioso, a Te, che ci vieni incontro, noi peccatori
consacriamo in questo giorno tutto il nostro essere e tutto il nostro amore.
Ti consacriamo anche la nostra vita, il nostro lavoro, le nostre gioie, le nostre infermità ed i nostri dolori.
Concedi la pace, la giustizia e la prosperità ai nostri popoli, poiché tutto quello che abbiamo e che siamo lo
affidiamo alle Tue cure, Signora e Madre nostra.
Vogliamo essere completamente Tuoi e percorrere con Te il cammino di una piena fedeltà a Gesù Cristo nella
sua Chiesa: tienici sempre amorevolmente per mano.
Vergine di Guadalupe, Madre delle Americhe, Ti preghiamo per tutti i vescovi, affinché guidino i fedeli per i sentieri
di una intensa vita cristiana, di amore e di umile servizio a Dio e alle anime.

Guarda quanto è grande la messe, ed intercedi presso il Signore perché infonda fame di santità in tutto il popolo
di Dio e conceda abbondanti vocazioni di sacerdoti e di religiosi, forti nella fede e zelanti dispensatori dei misteri
di Dio.
Concedi ai nostri focolari la grazia di amare e di rispettare la vita che comincia, con lo stesso amore con il quale
Tu concepisti nel To seno la vita del Figlio di Dio.
Vergine Santa Maria, Madre del Bell’Amore, proteggi le nostre famiglie, affinché restino sempre unite e benedici
l’educazione dei nostri figli.
Speranza nostra, guardaci con pietà, insegnaci ad andare continuamente a Gesù e, se cadiamo, aiutaci a
risollevarci, a tornare a Lui, per mezzo della confessione delle nostre colpe e dei nostri peccati nel Sacramento
della Penitenza, che dà tranquillità all’anima.
Ti supplichiamo di concederci un amore molto grande per tutti i Santi Sacramenti, che sono come i segni che Tuo
Figlio ci ha lasciato sulla terra.
*Tilma/ayate = tipo di mantello fatto con un tessuto ricavato dalla pianta di agave, sul quale è stata impressa
l’immagine della Madonna di Guadalupe.

Share This