Il legame fra i Vivi e i Morti

 19,00

Sette conferenze tenute in diverse città dal 16 febbraio al 3 dicembre 1916

2 disponibili

Descrizione

7 conferenze tenute in diverse città dal 16 febbraio al 3 dicembre 1916

Una comunità fra i vivi e i morti (che diversamente non potrebbe essere creata in modo altrettanto intenso nel nostro attuale ciclo epocale) viene realizzata per il fatto che noi ci riempiamo di pensieri tratti dalla scienza dello spirito e che, tenendo in considerazione il morto, in un certo senso li offriamo a lui.

Vita da morte a nuova nascita / Come si può superare l’angoscia animica del presente? Comprensione sociale, libertà di pensiero, conoscenza spirituale / Azioni karmiche. Destino individuale e collettivo / Falsità di vita dell’odierna umanità civile. Società occul- te. La necessità urgente di un impulso alla vera conoscenza dello spirito / Immaginazione, ispirazione, intuizione / Il nesso dell’uomo con il mondo spirituale.

 

Rudolf Steiner, fondatore dell’antroposofia, nacque in Austria nel 1861, e si mise in luce ancora studente curando la pubblicazione degli Scritti scientifici di Goethe.

Dal 1890 al ’97 collaborò all’Archivio di Goethe e Schiller a Weimar.

Dal 1902 ebbe una più intensa attività come scrittore e conferenziere, prima nell’ambito della Società Teosofica e poi dio quella Antroposofica, fondata nel 1913. Oltre a una trentina di opere scritte di carattere filosofico e antroposofico, sono rimasti i testi stenografati di quasi 6000 conferenze sui più diversi rami del sapere.

Gli impulsi da lui dati nell’arte, nella scienza, nella medicina, nella pedagogia e nell’agricoltura portarono a movimenti oggi sempre più diffusi nel mondo.

Morì nel 1925 a Donarch (Svizzera) dove aveva edificato in legno il primo Goetheanum, un centro di attività scientifiche e artistiche fondate sull’antroposofia, distrutto da un incendio nel 1922 e poi ricostruito in cemento dopo la sua morte.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.150 kg
Dimensioni 21 × 15 × 2 cm
Share This