468

“Quasi tutta la Francia sarà diventata «Maometto» e senza religione.”

“La Francia, così bella in altri tempi, avrà perduto il suo onore e la sua dignità. Sarà invasa da popoli stranieri senza cuore e senza pietà… Strazieranno i suoi figli.

 I discepoli che non sono del Mio Vangelo saranno molto impegnati a rifare a loro idea e sotto l’influenza del nemico, una Messa che conterrà parole odiose ai Miei occhi…”

“Prima che giunga il regno della resurrezione e della pace, bisogna che Satana regni pienamente, come un sovrano. Egli dominerà tutto. Quando avrà conquistato tutto, quando avrà rimosso ogni ricordo della Fede, fatto scomparire i santi templi, rovesciata la Mia immagine e la Mia Croce, il suo regno non durerà a lungo; ma giungerà a questo completo trionfo, vi arriverà tramite degli odiosi modi di agire.”

“Ne vedo entrare molti in questa religione che farà tremare la terra.

 Vedo entrarvi anche dei vescovi. Li vedo camminare, a testa alta, nel cuore non hanno alcun pensiero per Me e per le altre anime che piangono nella desolazione. Vedendo questi vescovi, molti, molti e al loro seguito tutto il gregge, l’intero gregge, e senza esitazione si precipitano nella dannazione e nell’inferno, il Mio Cuore è ferito a morte come al tempo della Mia Passione…

Il mio dolore è più grande poiché allora era motivo di salvezza delle anime, di tutte le anime… oggi ne vedo più della metà perdersi… Ne restano così poche che, se ve ne dicessi il numero, il vostri cuori sarebbero inconsolabili.

Questa religione abbraccia tutti… si estenderà ovunque! Diventerà oggetto d’onore per la maggior parte del mio popolo! I bambini non avranno l’onore di assaporare le delizie della Fede della Chiesa. Tutta la gioventù sarà ingannata.

 Perderò, per la terra, molti sacerdoti, i più fedeli moriranno nella Fede – piuttosto che entrare in questa infame religione.”

“La Chiesa avrà la sua sede vacante per molti mesi. Ci saranno due successivi antipapi che regneranno per tutto questo tempo sulla Santa Sede…” (29 settembre 1882, messaggio di San Michele)

“Io farò dimenticare al mio popolo i terribili combattimenti che non finiranno fino a quando avrò inviato un avvertimento bellissimo. Questa rivelazione luminosa farà presentire al mio popolo che è vicino ai grandi giorni che non finiranno fin quando la terra sarà rimasta orfana. Questo sarà l’inizio del grande diluvio.”  (7 marzo 1882, messaggio di Gesù)

“Non abbiate ancora paura. Riceverete l’avvertimento preciso dalla comparsa di macchie nel sole… L’ho già detto (a La Salette).

 Vedrete il firmamento solcato da bande. Ci sarà una banda bianca che conterrà la protezione dei nostri giusti. Ce ne sarà una rossa che racchiuderà la punizione dei miserabili che insultano il loro Creatore.

Ce ne sarà una nera dove si vedranno dibattersi Satana e tutto il suo esercito. Questa sarà più ampia, perché Satana ha più anime per servirlo di quanto il mio Divino Figlio ne abbia per consolarlo e asciugare le Sue lacrime”. (4 ottobre 1929, messaggio della Madonna)

“… ci saranno due giorni di terribile oscurità, distinti dai tre giorni che molte anime hanno annunciato (non si tratta cioè dei Tre guirni di buio profetizzati da molti mistici e veggenti;).

Il firmamento sarà viola e rosso; sarà così basso che il ciuffo degli alberi ad alto fusto sembrerà perdervisi dentro, fino a un quarto degli alberi più alti. Questi due giorni vi avvertiranno come un autentico sigillo della Bontà, ma anche della discesa di Dio con la sua ira sulla terra.

Non sarete esenti da queste tenebre.

 Durante questi due giorni gli alberi saranno bruciati e non produrranno alcun frutto l’anno successivo, perché la linfa sarà come bruciata e bloccata. La pioggia che cadrà da questo cielo basso avrà un fetore ripugnante, e, ovunque scenderà, sarà come grossi chicchi di grandine infuocati che trafiggeranno ciò che c’è di più solido e lasceranno la macchia di una bruciatura visibile.

Le vostre case saranno preservate. Solo quelle con una copertura leggera ne soffriranno”.

“L’acqua che sarà caduta sulla terra sarà nera, di un nero spaventoso e quasi tutta la terra porterà questa macchia, ovunque in uguale misura; ma non nuocerà a ciò che serve di alimento per i cristiani”.

“La fiamma (dello Spirito Santo) dice che in Bretagna, in questi due giorni di oscurità, sotto questo cielo basso, apparirà una luce, che però nessuno sarà in grado di vedere, perché non bisognerà affacciarsi alla porta; ci sarà un inviato di Dio, sotto forma di un fulmine ardente, che oscurerebbe l’occhio umano”.

“Il Signore mi esorta a trasmettervi le Sue parole e le Sue volontà. Il giorno di queste tenebre sarà ancora sopportabile, nonostante l’oscurità… Ma se il giorno è calmo, la notte sarà violenta e durante le due notti usciranno delle grida, non si saprà da dove; non si sentirà rumore di passi sulla terra, coperta di Giustizia. Di notte, la candela benedetta, così come il cero, non dovranno essere spenti. Durante il giorno, si potrà farne a meno per una grazia che viene da più lontano del Cuore di Dio.” (20 settembre 1880, lo Spirito Santo)

“Ci sarà un giorno con poco sole, poche stelle e poca luce, nel primo mese dell’anno. Il grano starà ancora crescendo. Questo giorno di tenebre e di lampi da mezzogiorno alle 4 sarà l’inizio dei castighi della mia giustizia, sarà l’entrata nella spaventosa disgrazia. Questo giorno sarà il primo in cui Io verrò per convertire gli empi e vederne così un grande numero ritornare a Me, prima del grande temporale che seguirà immediatamente. Per un giorno intero il tuono non cesserà di brontolare. Il fuoco dei lampi farà molto male. La Bretagna sarà solamente in parte preservata. L’occhio sarà velato senza che potrà vedere il minimo oggetto.

L’avvertimento sarà come una rivelazione interiore dei nostri peccati. La Madonna verrà con le legioni degli Angeli. Ella verrà a risvegliare la coscienza di ciascuno.

 E’ l’ora in cui Satana indietreggia. Il calcagno lo schiaccerà. Quando i castighi verranno, i loro figli si innalzeranno nella gloria di Maria, e risaliranno a Dio.” (15 giugno 1882, messaggio di Gesù)

“Popolo Mio, popolo Mio, popolo Mio, i tuoi occhi vedranno l’inizio dell’ora terribile, quando il grano in erba non sarà ancora al terzo nodo della sua crescita.

Nel momento in cui il Mio popolo dovrà solo armarsi di Fede e Speranza, ancora nella stagione difficile, per quattro ore da mezzogiorno alle quattro in Francia in giorni ancora difficili, il sole avrà come un velo da lutto; sarà oscurato, senza luce.

Nessuno sulla terra potrebbe mai credere nell’oscurità di queste tenebre. La terra non avrà più nulla. L’occhio sarà velato, senza che possa vedere il minimo oggetto.

Popolo Mio, questo sarà l’inizio dei castighi della Mia Giustizia. È il sole che annuncerà questi dolori: il cielo che piangerà, senza potersi consolare, perché sarà l’inizio del tempo in cui le anime si perderanno, l’inizio, in una parola, della terribile sventura. Popolo Mio, questa oscurità coprirà la Bretagna nello spazio di quattro ore, ma non ci sarà del male… solo un po’ di paura.” (5 ottobre 1882, messaggio di Gesù)

“Figli miei, vedrete cadere sul mondo malattie mortali che non lasciano nemmeno il tempo di disporsi a comparire davanti a mio Figlio.

I lampi del cielo si susseguiranno con una rapida violenza. Il fuoco dal cielo attraverserà la terra su una distanza spaventosa: questo fulmine vendicatore brucerà qualsiasi apice che produce dei frutti. Le terre coltivate saranno devastate dalla potenza di questo fuoco; i pascoli saranno bruciati e ridotti a una terra completamente spoglia. I frutti non compariranno; tutti i rami degli alberi saranno secchi fino al tronco.

Figli miei, per tre giorni il cielo sarà in fiamme, solcato di paura dalla collera divina. Ciò che mi rattrista è che questa collera non fermerà la forza dell’inferno. Non si ha timore né di mio Figlio né dell’inferno. Bisogna che questi tempi passino. Il pericolo della Francia è inscritto in cielo dalla potenza eterna. Non posso più intercedere, sono solo una madre impotente.

Per diversi anni, la terra non produrrà nulla. La Francia sarà infelice, anche dopo il suo trionfo. Per due o tre anni, risentirà di queste rovine e di queste miserie profonde. La miseria sarà grande, sebbene al mio popolo sia alleviata. La preghiera riporterà la benedizione. Mio figlio ed io avremo pietà di questa lunga penitenza.” (30 novembre 1880, messaggio della Madonna)

La Fiamma (dello Spirito Santo) dice: “Il Centro (della Francia) e le sue abitazioni saranno frantumati dalla violenza del tuono di Dio. I fremiti e i terremoti si moltiplicheranno, giorno e notte, senza sosta, per quarantatre giorni. Il mare sarà agitato e mai in tutti i secoli le sue onde e i suoi flutti avranno preso una forma simile. Tutti in quell’epoca periranno per sempre (nelle zone colpite).

Popolo mio, se Dio ti parla in questo modo, è perché non può più sostenere la sua inesorabile Giustizia.

La terra deve perire: non tutta, ma più della metà della metà. La terra diventerà il deserto, ma Dio la ripopolerà nella pace e nella tranquillità.” (15 marzo 1882, lo Spirito Santo)

“Verranno tre giorni di continue tenebre. Durante tali tenebre spaventose, solo le candele di cera benedetta faranno lume. Una candela durerà per tre giorni; però nelle case degli empi non arderanno.

Durante questi tre giorni i demoni appariranno in forma abominevole e faranno risuonare l’aria di spaventevoli bestemmie. Raggi e scintille penetreranno nelle dimore degli uomini, però non vinceranno la luce delle candele benedette che non saranno spente né da venti né da tormente o terremoti. Una nube rossa come il sangue attraverserà il cielo; il rombo del tuono farà tremare la Terra…

Il mare riverserà le sue onde spumose sulla Terra. La Terra si muterà in un immenso cimitero. I cadaveri degli empi come dei giusti copriranno il suolo. La carestia che seguirà sarà grande; tutta la vegetazione della Terra sarà distrutta, come pure saranno distrutti i tre quarti del genere umano. La crisi verrà per tutti repentina, i castighi saranno universali e si succederanno uno dopo l’altro senza interruzione.”

“Gli uomini non hanno ascoltato le parole dette dalla Mia Santissima Madre a Fatima. Guai a coloro che non ascoltano ora le Mie parole. Gli uomini non hanno compreso il linguaggio della guerra.

Le frequenti apparizioni della Mia Santa Madre sono l’opera della Mia Misericordia. Io la invio, con la forza dello Spirito Santo, per prevenire gli uomini e salvare ciò che è da salvare. Io devo lasciar arrivare il castigo sul mondo intero, affinché siano salvate molte anime che, altrimenti, sarebbero perse.

Per tutte le croci, per tutte le sofferenze e per tutto ciò che sopraggiungerà ancora di più terribile, non dovete maledire ma ringraziare il Padre Mio del Cielo. È l’opera del Mio amore. Lo capirete solo più tardi…

Io devo venire nella mia giustizia, perché gli uomini non hanno riconosciuto il tempo della mia grazia. La misura del peccato è colma, ma ai miei fedeli non arriverà alcun male.

Io verrò sul mondo peccatore, con un terribile rombo di tuono, in una fredda notte d’inverno. Un caldissimo vento del sud precederà questa tempesta, e pesanti chicchi di grandine scaveranno la terra. Da una massa di nuvole rosso-fuoco lampi devastatori saetteranno, incendiando e riducendo tutto in cenere.

L’aria si riempirà di gas tossici e di esalazioni letali che, a cicloni, sradicheranno le opere dell’audacia, della follia e della volontà di potenza della “Città della notte”

(Parigi).

L’angelo distruttore annienterà per sempre la vita di quelli che avranno devastato il mio regno.

 Quando l’angelo della morte falcerà l’erba cattiva con la spada della mia giustizia, allora l’inferno si scaglierà con collera e tumulto sui giusti. E, innanzitutto, sulle anime consacrate, per cercare di annientarle con uno spaventoso terrore.

Io voglio proteggervi, miei fedeli, e darvi i segni che precederanno l’inizio del giudizio: quando, in una fredda notte d’inverno, il tuono romberà sino a far tremare le montagne, allora chiudete molto in fretta porte e finestre.

 I vostri occhi non devono profanare il terribile avvenimento con sguardi curiosi…

Riunitevi in preghiera dinanzi al Crocifisso, ponetevi sotto la protezione di Mia Madre Santissima.

Non lasciatevi prendere da alcun dubbio riguardo alla vostra salvezza: più sarete fiduciosi, più sarà inviolabile la difesa con la quale voglio circondarvi. Accendete le candele benedette, recitate il Rosario, perseverate tre giorni e due notti. La notte seguente, il terrore si calmerà.

Dopo l’orrore di questa lunga oscurità, con il giorno nascente, il sole apparirà in tutta la sua luce e il suo calore. Sarà una grande devastazione. Io, vostro Dio, avrò purificato tutto. I sopravvissuti dovranno ringraziare la Santa Trinità della loro protezione. Magnifico sarà il mio regno di pace e il mio nome sarà invocato e lodato, dallo spuntare al tramonto del sole.

Pregate, pregate, convertitevi e fate penitenza. Non vi addormentate come i miei discepoli nell’orto degli ulivi, perché Io sono molto vicino. La collera del Padre verso il genere umano è molto grande. Se la preghiera del Rosario e l’offerta del Prezioso Sangue non fossero così gradite al padre, vi sarebbe già sulla terra una miseria senza nome.

Ma Mia Madre intercede presso il Padre, Me e lo Spirito Santo. Per questo Dio si lascia commuovere. Ringraziate dunque Mia Madre se il genere umano vive ancora. Onoratela con un rispetto filiale – Io ve ne ho dato l’esempio – perché Ella è la Madre di Misericordia.

Non dimenticate mai di rinnovare continuamente l’offerta del Prezioso Sangue. Mia Madre mi supplica incessantemente e, con Lei, molte anime penitenti e espiatrici.

Nulla posso rifiutarle. È dunque grazie a Mia Madre, e a causa dei miei Eletti, che questi giorni saranno abbreviati. Consolatevi, voi tutti che onorate il Mio Prezioso Sangue, niente vi succederà. Io ispirerò al Mio Rappresentante di mettere continuamente in onore il Sacrificio del Mio Prezioso Sangue e la venerazione di Mia Madre…

Quando vedrete apparire l’aurora boreale, sappiate che sarà il segno di una prossima guerra. Quando la luce sarà di nuovo visibile, allora la mia Madre si terrà in piedi, dinanzi al sole che tramonta, per avvertire i buoni che il tempo è giunto. I cattivi vedranno uno spaventoso animale, e grideranno terrorizzati e disperati: ma sarà troppo tardi. Io salverò molte, molte anime (per l’altra vita).

Si è delusi perché molto di ciò che avevo ordinato di annunciare, per invitare gli uomini a convertirsi, non è ancora accaduto. Si crederà di poter oltraggiare le anime elette, perché, per causa loro, avrò ritardato un poco il terribile avvenimento. Se, nella mia bontà e a causa delle espiazioni che mi sono offerte, Io ritardo il disastro, Io non lo sopprimo.

Ciò non dipende dal giudizio degli uomini ignoranti. Dovrò forse, Io stesso, rendere conto a quelli che nulla vogliono sapere? Quando il mondo si crederà in sicurezza, Io verrò come un ladro nella notte.

È ancora il tempo della mia immensa Misericordia, per dare il tempo di pentirsi. Siate pronti, in stato di grazia, allora sarete sotto la Mia protezione e quella di Mia Madre.”

“Farò nascere nella terra di Francia cuori puri, pentiti, ameranno la Santa Chiesa, il Santo Padre e la Francia. Una generazione nuova. Cresceranno nella grazia e vivranno sotto il regno del re molto pio, che per le sue virtù sarà il più bell’ornamento della Francia.”

“Per salvare il mio popolo e la Francia, ci sono solo Io, attraverso un miracolo. L’uomo che la deve salvare, nessuna creatura lo conosce.

 Colui che deve portare (lo scettro) è nascosto nel segreto di Dio.

 Dio darà (a questo sovrano) tutte le grazie e i lumi necessari che gli faranno conoscere i mezzi con i quali dovrà mettere tutto in opera per la rigenerazione dell’umanità, così come Dio la vuole. Questo sarà un Re bianco, un nuovo San Luigi, più grande e più santo. Sarà mantenuto santo e salvo, perché la Madre di Dio lo protegge come un proprio figlio. Ella l’ha salvato per essere l’erede di una corona meritata e che gli è stata tolta. E’ un discendente del ramo reciso dei Gigli di Francia dei capitani rappresentante sul trono di Francia.”

“Uscirà dal Mio Sacro Cuore… colui che è destinato a portare la pace. Con la sua incoronazione tutti i mali finiranno. Egli discende dal ramo di San Luigi”

“Chiamerò in aiuto alla Francia il mio servo Henri. (In altri messaggi della Jahenny, questo sovrano viene anche chiamato «Enrico della Croce»; N.d.R.)”

Fonti:

“Les prophéties de La Fraudais” di Padre Pierre Roberdel, Ed. Résiac;
“Catholic Prophecy” di Yves Dupont, Tan Books;
“The Prophets And Our Times” di Padre Gerald Culleton, Tan Books;
“Trial, Tribulation and Triumph” di Desmond A. Birch, Queenship Publishing;
“Marie-Julie Jahenny, le Message de La Fraudais”, Padre Henri Bourcier, Editions Hovine, 1984.

Share This